In maniera totalmente inaspettata, ieri mi arrivato un regalo fotografico splendido. Una borsona piena di libri che parlano di fotografia. Inaspettato, perchè non è ilm io solito ordine d’impulso fatto su Amazon, perchè arrivato da persone che ancora una volta mi hanno stupito per la loro generosità.

Parte del carico di libri arrivato ieri

Parte del carico di libri arrivato ieri

Impatto emozionale sull’umore della mia giornata… molto alto!

La cosa mi ha fatto riflettere, come anche nella fotografia si siano scritti fiumi di inchiostro, corsi su corsi, libri su libri, di tutti i tipi… dagli aspetti socio-culturali trattati dalla Susan Sontag fino agli aspetti più tecnici e pratici trattati da moltissimi fotografi (Freeman, McNally, Kelby, duChemin…), senza dimenticare poi la trilogia di Ansel Adams, preziosa quanto incredibilmente densa e ricca di spunti, utilissimi ancora oggi. Penso a come un’arte così “pratica” abbia bisogno costantemente di essere descritta, raccontata, sviscerata in ogni sua sfaccettatura, e penso a quanto un pubblico così vasto ancora abbia bisogno di capire sempre di più questi “apparecchi digitali per la cattura di immagini”, che in apparenza fanno tutto da soli, ma che se impariamo a “guidarli” adeguatamente… possono dare grandi soddisfazioni. Da amante della lettura, sia su carta e ora su iPad (non me ne vogliano i più conservatori), devo dire che dopo averne letti un bel po’, ancora oggi trovo nelle nuove letture aspetti che magari non avevo considerato, immagini che stuzzicano la mia curiosità e pensieri socio-filosofici che mi aiutano a desiderare di migliorare la profondità narrativa delle mie immagini.

Seppur il miglior consiglio che si possa dare a chi vuole migliorare nella fotografia sia “Scatta, scatta, scatta e poi scatta ancora…”, devo dire che generalmente anche durante i miei corsi tendo a suggerire qualche lettura… che non fa mai male. Leggere e osservare il lavoro di altri fotografi è una importantissima scuola e parte dell’arricchimento di ogni fotografo. Quindi ringrazio di tutto cuore Jonathan e Marzia che mi hanno mandato questo splendido carico di “Images and Words” (… con chiaro riferimento ai nostri reciproci gusti musicali…. ) e spero un giorno di poterli ampiamente ricambiare.