E dopo il Nokia 8 Sirocco dell’anno scorso, eccomi ora a fare la prova del Nokia 9 PureView

Qualcuno di voi ricorderà la L16, fotocamera con 16 sensori e lenti prodotta da Light. Ecco, oggi mi trovo in mano la stesse tecnologia, messa in uno smartphone, il Nokia 9 PureView. Felice di poter testare questo concentrato di cose nuove, ecco intanto le prime impressioni dopo il lancio ufficiale avvenuto venerdì scorso a Milano. 

Prova del Nokia 9 Pureview

La promessa è di quelle davvero “compromettenti”. Dare ad un sensore molto piccolo, la capacità di avere un fuoco selettivo, e… udite udite… di poterlo fare in post. Grazie alle sue 5 fotocamere e al suo potente processore, tutto questo è possibile. In aggiunta, il fatto di essere sempre in modalità bracketing/HDR porta il Nokia 9 PureView ad avere una gamma dinamica di 12,5 stop, qualcosa di assolutamente eccezionale.

Le prime foto della mia prova del Nokia 9 Pureview, mantengono la promessa. Grazie alla sua capacità di immagazzinare informazione per 1200 piani di fuoco nella scena, questo smartphone mette nella mani dei creativi da cellulare, un potere per ora unico, per quanto riguarda precisione e facilità d’uso. Sto parlando della possibilità, una volta scattata la foto, di poter selezionare il soggetto a fuoco, consentendo di sfuocare il resto della foto con varie sfumature ed intensità. Ciò che trovo impressionante è che lo fa con precisione; e questo grazie al fatto che la tecnologia non è quella delle “maschere” di photoshop, ma invece l’immagazzinamento di informazioni sui piani di fuoco, per cui, virtualmente, ci si trova di fronte ad un immagine con la terza dimensione aggiunta. L’intelligenza artificiale non va quindi ad agire sul piano bidimensionale, ma semplicemente decide a seconda del soggetto la sua distanza, e quindi sfuoca tutto ciò che non è a quella distanza. …detto in parole molto molto semplici. 

Il primo test l’ho fatto presso il Ristorante Moderno di Pordenone, il cui Chef, gentilmente mi ha prodotto uno dei suoi manicaretti appositamente per questa prova.

Prova del Nokia 9 PureView

Dettaglio impressionante. Evidentemente le lenti Zeiss non tradiscono. Colori e contrasti decisamente convincenti.

Ma la situazione in cui al momento il Nokia 9 PureView mi pare avermi sorpreso di più, è stato al crepuscolo. Ero a Valdobbiadene per uno dei miei corsi, pioveva (ma non temevo, perchè questo smartphone resiste alla polvere e all’acqua senza problemi) e scattato qualche foto della piazza abbellita dalla croma giallo / blue tipica di questa situazione meteorologica. Ecco lo scatto, con un paio di elaborazioni che ho provato, per capire le capacità della messa a fuoco selettiva in post. 

Prova Nokia 9 PureView

Insomma, già da queste prime immagini devo dire che la sensazione è quella di essere di fronte ad un ottimo strumento di “cattura” immagini. Vi rimando però al mio profilo Instagram e alla mia Pagina Facebook, per le foto che nelle prossime settimane scatterò per mettere a dura prova il Nokia 9 PureView. Certo è bello sapere di poter contare su tecnologia così piacevolmente amica, ma ricordatevi sempre, che nonostante una fotocamera evoluta possa darvi “strumenti narrativi” in più, la fotografia la fate voi… le foto memorabili hanno dietro “pensieri” ed intelletti memorabili, non fotocamere memorabili. 

Prova del Nokia 9 PureView

Ecco le 5 Fotocamere con lenti Zeiss