Qual è il tuo fotografo preferito? Domanda che faccio spesso ai miei studenti, e per la quale altrettanto spesso non trovano risposta.

Quanti di voi si sono mai posti la questione. Qual è il mio fotografo preferito? Perchè? Cosa mi piace di lui e del suo lavoro? Sono domande che se per voi non hanno risposta, o questa sia vaga, devono essere assolutamente esplorate.

Ecco un esercizio per iniziare a stuzzicare la vostra curiosità, e per farvi capire quanto importante sia capire quale sia il vostro fotografo preferito, quali gli scatti che più vi hanno insegnato qualcosa, e quali quelli che non solo vi siano piaciuti, ma vi abbiano fatto crescere.

Riprendo dopo un bel po’ di tempo a proporvi esercizi fotografici.
In questi giorni, dopo aver discusso con i miei studenti e con i ragazzi di un circolo, a riguardo, sento la necessità di stimolarvi in questo senso.

Ho notato che molti appassionati di fotografia, se interrogati su quale sia il loro genere preferito, e all’interno di esso, il loro autore preferito, tendono a vagare nel buio, o in un mondo molto superficiale dove solo i super famosi esistono (McCurry tra tutti, seguido da Salgado, Cartier-Bresson e pochi altri).

Lo trovo buffo ed interessante.
Quando negli anni ottanta mi sono appassionato alla musica, con gli amici che condividevano questo mio amore, era una continua gara a chi scopriva un gruppo nuovo, a chi ascoltava per primo l’ultima uscita, a trovare i demo dei gruppi emergenti o a carpire ogni tipo di informazione sui nostri beniamini. Con tempo, poi è seguito il desiderio e l’amore per la musica suonata, ma ciò che sempre rimaneva, era la continua esigenza di scoprire ed ascoltare cose nuove…

Qual è il tuo fotografo preferito - eserciziariofotografico

Marcin Ryczek – Inverno a Cracovia

Come dicevo sopra, noto invece, che questo non accade per la fotografia. La quale mi pare una disciplina che sviluppa nei suoi adepti egocentrismo e autoreferenzialità sempre più marcati ed estremi.

Per cui, per chi vuole invece un “Consiglio semiserio per fare sul serio” (autocitazione d’obbligo), ecco l’esercizio di oggi.

Ponetevi queste domande, e ovviamente datevi delle risposte.
Qual è il vostro genere fotografico preferito? Scattate con preferenza ritratti? O paesaggi? Praticate la Street? O il reportage? Il nudo, o il boudoir?

Vi siete risposti? Bene, è già un buon passo.
Ora, però è importante che su quel genere abbiate le idee chiare. Chi sono gli autori più importanti di quel genere? Chi ne ha segnato la storia con capolavori e capisaldi da assolutamente conoscere?

Ecco già qui siamo ad un buon punto dell’esercizio. Avete la lista di questi autori?
Ne avete trovati anche di minori durante la ricerca? Meglio ancora!

Bene. Ora sceglietene uno, quello che preferite. E di questo analizzate la biografia, il contesto storico, sociale e culturale in cui ha operato, e ovviamente il lavoro.

Scegliete una foto, e analizzatela.
Scrivete l’analisi in un documento, e se volete postatelo nel gruppo #eserciziariofotografico, corredato ovviamente della foto stessa.

Esercizio finito, ma ripetibile all’infinito.

E’ importante conoscere la disciplina che praticate, non solo dal punto di vista meramente tecnico, ma anche capirne la storia, i valori estetici, narrativi e culturali, gli autori che l’hanno sviluppata e fatta crescere. Se vi piace mettervi in gioco, questo esercizio potrebbe farvi scoprire cose che vi stupiranno…

NB: l’esercizio meglio riesce se eseguito in luogo adeguato, con atmosfera adeguata, e con tutto il tempo necessario per “sentire”, gustare e vivere le foto che volete analizzare.

Obiettivo: Farsi una solida cultura fotografica.
Cosa serve: internet, libri, riviste.
Tempo per eseguire l’esercizio: una vita
Risultato: Foto scelta + Commento della foto
Livello: Base
Istruzioni: Vedi sopra.
Varianti: ripetete all’infinito

Condividi il risultato dei tuoi esercizi sul nuovo gruppo “#EserciziarioFotografico”, oltre ad un mio commento, potrai anche approfittare del giudizio degli altri partecipanti al gruppo, e vedere allo stesso tempo i loro lavori.

I libri nella foto di copertina
The 100 Great Street Photographs
Peter Lindbergh – Images of Women
Nick Brandt – Nella Terra Ferita
James Nachtwet – Memoria
Stephen Shore – Survey
Claudio Mainardi – La Habana, La perla e l’ombra