Recentemente sono stato impegnato a fotografare un catalogo di arredamento per l’azienda Zanini Mobili di Verona. Una delle parti del servizio era una serie di foto zenitali di un particolare tavolo.

Cosa sono le foto zenitali, o con inquadratura zenitale?
Sono foto che riprendono il soggetto perpendicolarmente dall’alto, creandone una sorta di vista aerea che toglie tridimensionalità e favorisce le geometrie e l’interazione tra forme piane, e in qualche maniera la pulizia dell’immagine.

DSC_7432

Fotografare oggetti piccoli in questa modalità non è un grosso problema, quasi tutti i treppiedi hanno la possibilità di rovesciare la colonna centrale, o di metterla orizzontale, in modo da rendere possibile e agevole questa tipologia di scatto. Tuttavia, per un tavolo che nella sua massima estensione arriva ad ospitare 14 persone, questa operazione diventa decisamente più complicata.

Per Zanini, si è scelto quindi di preparare il tavolo nel patio di una delle location del servizio, una splendida villa situata in provincia di Padova, per poi scattare le foto dal balcone subito al di sopra dello stesso.

Avenger_A2030DKIT_A2030D_Turtle_Base_Century_243966

Ed è qui che la mia attrezzatura mi viene in aiuto. Avenger by Manfrotto è un brand che produce supporti e accessori per il cinema, che però trovano grande utilità anche in fotografia. Uno di questi meravigliosi oggetti è il C-Stand. Uno stativo in acciaio tanto utile e valido quanto sottovalutato e ignorato. Chi me ne fece apprezzare le qualità e mi insegnò ad usarlo è stato Joe McNally, il quale ne fa davvero una grandissimo uso nel costruire i suoi set. Ciò che lo rende imbattibile è la sua duttilità, combinata alla sua stabilità. Non solo, ma nonostante sia costruito in acciaio, e quindi pesante, il trasportarlo è agevole perché si smonta in vari pezzi, comodi da mettere in borsa.

DSC_7408

Il C-Stand è costituito da una base a tre piedi, una colonna che arriva fino ad oltre 2 m d’altezza e un braccio orizzontale di circa 1.5 m. Con un’adeguata testa Manfrotto (155RC) montata sul braccio, e la mia Fujifilm X-T1, la cui leggerezza ha garantito la giusta stabilità di tutto il sistema, e con la possibilità di pilotare la fotocamera direttamente dal mio iPhone con l’app della fotocamera per definire l’inquadratura, il fuoco e l’esposizione, sono riuscito ad eseguire lo scatto che il cliente desiderava.

DSC_7406

La professionalità di un fotografo, oltre che attraverso la qualità dei suoi scatti, alle volte passa attraverso la quantità di soluzioni tecniche che può offrire ai propri clienti, anche per merito dell’attrezzatura che possiede.