Nel marasma e la confusione di eventi e persone che mi hanno travolto ecco che trovo un momento di pace. Ragione su quello che mi sta intorno, inizio a “guardare” e a non farmi “iperstimolare” da quello che succede. Ecco, la domanda è come faccio a raccontare questa giornata? Il mood, l’atmosfera… ma al contempo, trovare qualcosa di artistico che sia la mia copertina di questa avventura… Ed ecco, che cercando di riprendere in una immagine il logo e il nome del circuito, guardando all’insù come piace a me… trovo questo riflesso, su questo Motordrome di Aprilia.

Misano tra i Motodrome - Canon 5D MKII + 24-70 f2.8 - ISO800 1/8000 @ f2.8

Misano tra i Motodrome – Canon 5D MKII + 24-70 f2.8 – ISO800 1/8000 @ f2.8

Non sopportando poi gli orizzonti troppo “orizzontali”, ecco che inizio a giocare con il mio 24-70 f2.8 a 24 mm. in modalità grandangolo, le linee si deformano si piegano, trovano spazi che normalmente non si trovano con altre lenti… spazi che adoro. Cerco uno scatto a tempo strettissimo, in modo da tenerlo più definito possibile, visto che sono a mano libera, e nel paddock non si può usare treppiede (mannaggia…). Cerco allineamenti, riflessi, le nuvole che nel riflesso diventano più cariche e drammatiche… cerco la simmetria… ed ecco che dopo un po’ di evoluzioni di piega e ruota… trovo l’allineamento “astrale” che mi pare funzionare… e scatto.

Voilà…

Postproduzione_ ho cercato di dare enfasi alle nuvole, cercando un desaturato che sottolineasse i contrasti, ma che permettesse anche di dare continuità tra cielo reale e riflesso… con un tocco di cross processing.