Wine photography: adoro fotografare bottiglie, e quando la sfida è fotografarne tante, di formati diversi e con etichette a dir poco sfidanti, ecco il risultato. Un bellissimo compito, svolto per Le Tenute Caldella di Susegana (TV)

Nell’ambito del mio lavoro, mi trovo a fotografare spesso per cantine, sia in occasione della vendemmia (cosa che adoro) sia in occasione della preparazione dei nuovi cataloghi o della nuova comunicazione. Questo lavoro è sicuramente uno dei più significativi di questo 2019. La missione: 18 vini diversi, foto sia ambientate emozionali, che da catalogo con fondo bianco. 

Wine Photography

Spesso noto che le fotografie di bottiglie vengono standardizzate, risultando in lavori piatti, o molto conformisti, che viaggiano in binari già percorsi da mille altri progetti; togliendo quello che dovrebbe essere il compito, anche della banale fotografia a fondo bianco, ovvero quello di dare carattere al prodotto, farlo emergere tra tanti, e mettere in risalto le sue caratteristiche di forma, colore e dettaglio. Ecco l’essenza della wine photography, se portata nell’ambito della foto di bottiglia. 

Vi propongo alcuni degli scatti, quelli che sono più significativi del lavoro e che vogliono cogliere lo spirito del vino e comunicarne il carattere. la parte più difficile è stato trovare il giusto equilibrio di lighting design per ogni formato di bottiglia, e per ogni etichetta, bilanciando la priorità tra volumi e leggibilità. Per la parte ambientata, invece lo sforzo è stato nel creare set diversi, d’impatto ma allo stesso tempo eleganti e suggestivi.